Ruba ma viene bloccato dai commessi

di Giancarlo Oliani

In fuga altri due complici del ladro reggiano 33enne in trasferta a Suzzara arrestato per tentata rapina. A fermarlo i dipendenti del supermercato 

REGGIO EMILIA. Sono entrati nel negozio d’abbigliamento e, pensando di non essere visti, hanno cominciato a riempire un borsone, appositamente schermato, con gli indumenti più vari. Una commessa però se n’è accorta ed è intervenuta. Due dei tre ladri sono riusciti a farla franca dandosi alla fuga. Con il terzo c’è stata invece una colluttazione, nel corso della quale la donna è caduta a terra. L’intervento di altri dipendenti ha però impedito all’uomo di fuggire. Poco dopo i carabinieri di Moglia (in provincia di Mantova) l’hanno preso in consegna, identificato e arrestato per tentata rapina.

Si tratta di un nordafricano di 33 anni, residente in via Paradisi a Reggio Emilia. Ieri mattina è comparso davanti al giudice Giuditta Silvestrini per la direttissima, al termine della quale ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione. L’intera sequenza dell’assalto al negozio – si tratta del Best Superstore di via Enrico Toti a Suzzara – è stata ripresa dalle telecamere interne ed esterne.

Tutto accade nella serata di venerdì, quando tre sconosciuti, varcano la soglia del Superstore. Si disperdono tra le scansie per distrarre il personale. Uno di loro ha una grossa borsa schermata che gli permetterebbe di uscire senza far scattare l’allarme. Ma i tre non sanno che sono tenuti costantemente d’occhio fin dal primo momento i cui sono entrati. Uno di loro indossa due felpe, una sopra l’altra e nella borsa c’infila un paio di giacche. S’avvia verso l’uscita, ma lo aspettano al varco. In due capiscono che la situazione sta precipitando e fuggono. Il terzo viene bloccato. Tenta di divincolarsi e spintona la commessa ma altri dipendenti accorrono in suo aiuto sbarrando ogni via di fuga, fino all’arrivo dei carabinieri.