Per l’adozione dei 24 cuccioli salvati dai carabinieri si dovrà aspettare la confisca

Gli animali sottratti a un contrabbandiere 52enne sono attualmente sequestrati e per l’adozione si dovrà aspettare la confisca definitiva

REGGIO EMILIA. Appena è stata diffusa la notizia del sequestro dei 24 cuccioli, vittime del traffico illegale di cani di razza, è stato un susseguirsi di decine e decine di richieste di adozione da parte dei cittadini reggiani.

Reggio Emilia: cuccioli di cane salvati dal contrabbando, il video



Sono stati in molti, infatti, a telefonare al centralino della Gazzetta di Reggio o a scrivere sulla nostra pagine Facebook, chiedendo informazioni sui cuccioli e come fare per poterne avere uno. Al momento, però, quegli esemplari non si possono toccare.

Almeno finché non sarà concluso il necessario iter giudiziario. I ventiquattro cani, infatti, sono attualmente custoditi sotto sequestro penale in un canile specializzato. Gli atti delle indagini sono passate quinti in mano alla magistratura, che con ogni probabilità convaliderà questa misura e disporrà la definitiva confisca.

Reggio Emilia: contrabbando di cani dall'Est, sequestrati 24 cuccioli


Solo a questo punto gli animali verranno tolti definitivamente dalla disponibilità del 52enne contrabbandiere ceco e si potranno adottare. Il tutto, comunque, si dovrebbe concludere nel giro di poche settimane e nel frattempo i cani saranno sottoposti a tutte le cure veterinarie necessarie per garantirne la salute.

Le indagini dei carabinieri di Reggio Emilia ora proseguono, concentrandosi sulla rete di contatti e clientela che aveva il 52enne. Secondo quanto emerge, infatti, sembra che la destinazione dello straniero fosse proprio la nostra provincia e che i ventiquattro animali fossero diretti al mercato nero reggiano.



Una tesi che troverebbe conferma nella strada percorsa dall’uomo, interna e piuttosto rischiosa da percorrere visti i posti di blocco. A meno che la meta non fosse nelle vicinanze. (l.g.)