Il 5 Stelle all’attacco: “Maletta andò a matrimonio di un boss”

“È inopportuno che lavori al Catasto, frequentava imputati di Aemilia”

REGGIO EMILIA. «E’ inopportuno che Renato Maletta (foto), ex candidato per Graziano Delrio e sostenitore di Salvatore Scarpino, continui a lavorare in Agenzia delle Entrate».

Lo denunciano le parlamentari del Movimento 5 Stelle Giulia Sarti e Maria Edera Spadoni. «Attualmente non risulta indagato – dicono – ma la sua presenza è totalmente inopportuna. Il perché è scritto nell’ordinanza di Aemilia, nella sua deposizione in aula come teste del 5 settembre 2017 e nel dossier depositato in Commissione antimafia da Potito Scalzulli, ex dirigente del catasto di Reggio Emilia. Sull’argomento verrà depositata un' interrogazione parlamentare» spiegano le due parlamentari.

GHOTA MAFIOSO. «Il dipendente del catasto Maletta dedito alle stime immobiliari (come ha dichiarato in aula) e sottoposto di Salvatore Scarpino, nel luglio 2011 si recò in pulmino ad Ausburg, Germania in compagnia di Pasquale Brescia (imputato per 'ndrangheta), Alfonso Paolini (imputato per 'ndrangheta), Pasquale Battaglia (condannato in appello per 'ndrangheta a 8 anni e 4 mesi e inviato al matrimonio per conto dell’altro condannato in appello Romolo Villirillo), Vincenzo Talarico, Federico Lerose . Tutti in viaggio per partecipare al matrimonio del figlio di Salvatore Candelieri. E’ un “evento al quale partecipa il gotha della ‘ndrangheta crotonese” viene citato nell’ordinanza dell'inchiesta Aemilia in cui si sottolinea che “Candelieri è persona di assoluto rilievo nel panorama criminale cutrese, trapiantato in Germania” “Durante la deposizione al dibattimento Aemilia – rimarcano – è stato chiesto a Maletta se Candelieri sia proprietario di immobili a Reggio. E’ stato risposto da Maletta che lo stesso ‘"ha una azienda agricola a Bagnolo in Piano"’ e se ha bisogno gli do delle indicazioni dove rivolgersi”».

POLITICA. «Maletta è stato consigliere di circoscrizione 4 del centrosinistra dal 2004 al 2009 , già candidato alle comunali con la lista Cittadini per Delrio nel 2009. Come ha dichiarato in aula, fece campagna elettorale alla Canalina per Delrio e Scarpino (il suo capo) e poi per Vecchi e Scarpino” spiegano le parlamentari pentastellate .

RANCH ABUSIVO. «Maletta aveva un cavallo presso il maneggio abusivo New Range di Cella di proprietà di Pasquale Brescia. Lo stesso Maletta era segretario della società sportiva dello stesso maneggio abusivo nel mirino del Comune di Reggio dal 1998, ma che è stato demolito solo dopo l’arresto di Brescia nel 2015. Maletta lavorava al catasto ma non si è mai accorto di frequentare ed essere socio di una associazione sportiva di un maneggio abusivo? Un nuovo caso di distrazione e smemorataggine dopo quello di Maria Sergio» terminano le parlamentari.