Aemilia, il pentito: «Il sindaco Vecchi e sua moglie sono ricattabili»

di Tiziano Soresina

Muto parla della lettera («Brescia sapeva di un terreno...») e del cugino della Sergio a caccia di voti. Vecchi: «Solo falsità»