Montecchio Emilia Sicura entra in azione tutta notte

di Ambra Prati

La novità è frutto della collaborazione con l’associazione di giovani MoMa E nell’anno nuovo verrrà inaugurata la sede in piazza della Repubblica

MONTECCHIO. Una sede in piazza della Repubblica e un gemellaggio con MoMa, un’associazione di giovani under 30 che assicureranno una vigilanza anche notturna al gruppo di vicinato.

Sono le novità annunciate da Montecchio Emilia Sicura venerdì scorso, nel corso di un’assemblea nell’aula magna dell’istituto D’Arzo. «La collaborazione con MoMa – spiega Giuseppe Carissimi di Montecchio Emilia Sicura – è nata per estendere l’orario di controllo del territorio ben oltre la mezzanotte, ora in cui chiudiamo la chat operativa per non disturbare le persone. Abbiamo chiesto all’associazione montecchiese di supportarci: loro entreranno in azione dalla mezzanotte in poi utilizzando una loro chat per scambiarsi eventuali segnalazioni, mentre in presenza di vere attività criminali potranno avvisare immediatamente le forze dell’ordine. Visti i numerosi furti notturni, soprattutto in zona industriale, abbiamo pensato di potenziare la presenza. I ragazzi hanno aderito con un entusiasmo che sinceramente non ci aspettavamo e non escludiamo altre iniziative insieme. Anche stavolta saremo i primi tra i gruppi di vicinato a varare questa sperimentazione». «MoMa – spiega Nicole Monti, 26 anni, intervenuta all’assemblea – è un’associazione di promozione sociale senza scopo di lucro, nata nel 2015 e composta da una decina di giovani dai 20 ai 30 anni, che organizzano eventi musicali, culturali e teatrali rivolti a tutte le fasce si età. Il ricavato delle nostre iniziative è sempre stato donato in beneficenza, ad esempio al Grade. Abbiamo pensato di fare qualcosa per la comunità, dimostrando che i giovani non sono disinteressati alla realtà che li circonda. Dopo una riunione tra i due gruppi, per definire meglio il rapporto, contiamo di iniziare i primi di dicembre».

Aprirà invece con l’anno nuovo la sede di Montecchio Emilia Sicura in piazza della Repubblica, sotto i portici al civico 14; un piccolo ufficio che il Comune ha concesso in affitto e che l’associazione dividerà con la Pro loco. «Sarà un punto informativo per svolgere riunioni, fare domande o iscriversi all’associazione (costo 10 euro), non per segnalazioni perché per quello funziona la chat – conclude Carissimi –. A breve renderemo noti data e orario di apertura». Nel corso della serata, sono stati inoltre illustrati due progetti del gruppo di vicinato. Un corso di autodifesa personale gratuito, rivolto esclusivamente alle donne, che partirà a gennaio; quattro lezioni di un’ora ciascuna svolte dal maestro di difesa personale Paolo Penzo Fesik alla locale palestra Dynamica. E “Adotta un nonno”, che consiste nello «scambiare il proprio numero di cellulare con una persona anziana che magari vive sola e che può essere preda di truffatori, in modo che l’anziano possa chiedere consiglio al nipote acquisito».

©RIPRODUZIONE RISERVATA