Aggredito da sei cani, ispezione dell’Ausl

Il servizio veterinario ieri è andato a Fosdondo, dove venerdì un uomo è stato ferito in modo grave da un branco

CORREGGIO. Ieri mattina il servizio veterinario dell’Ausl si è recato in via Felicità a Correggio, dove venerdì un residente è stato aggredito e straziato da un branco di sei pastori tedeschi scappati dalla custodia dei vicini.

L’Ausl ha avviato il procedimento previsto dal regolamento di polizia veterinaria in materia di antirabbica. La procedura prevede 10 giorni di osservazione per i cani che si sono resi responsabile della morsicatura. In questo periodo gli animali non potranno allontanarsi dall’abitazione e al termine del periodo di quarantena saranno visitati nuovamente per valutare lo stato clinico.

L’Ausl dovrà relazione anche il Comune, che a sua volta dovrà poi prendere una decisione sulla base di quanto emerso da questa prima ispezione.

Di certo l’aggressione ha creato una grande preoccupazione tra i residenti di Fosdondo di Correggio.

La vittima di questo episodio è Pierluigi Del Nero, 36enne che abita a pochi metri dall’isola ecologica dove è stato aggredito. L’uomo, venerdì poco prima delle 19, stava buttando la spazzatura quando è iniziato il suo incubo. «Ho fatto in tempo a buttare una cosa di plastica – ha raccontato alla Gazzetta – e con la coda dell’occhio ho visto un’ombra alla mia destra, ma non ci ho dato peso. Ho preso una seconda cosa da buttare, mi sono spostato, e ho visto che era un pastore tedesco. Se ne è andato, ma ha fatto il giro e me lo sono trovato sul lato sinistro». Poco dopo sono arrivati gli altri pastori tedeschi. « Mi hanno trascinato per terra e per fortuna ho avuto la prontezza di alzare il braccio sinistro per coprirmi il volto e la gola. Mordevano e si alternavano, facevano la malora, gridavo... Qualcuno alla fine è arrivato con un manico di scopa in mano e i cani sono andati via».

Dopo l’aggressione, Del Nero è tornato a fatica a casa e ha chiesto aiuto.

L’uomo è finito in ospedale a Reggio, dove gli sono stati messi un’infinità di punti di sutura. Da venerdì il malcapitato non cammina, ha molto dolore all’avambraccio sinistro e alla gamba sinistra. Ed è terrorizzato. Nonostante provi a reagire, la paura è tanta. Quando di notte sente i cani abbaiare, fa fatica a dormire, raccontano i famigliari. La preoccupazione è condivisa anche da altri residenti della frazione.

La dinamica dell’aggressione di venerdì è choccante: fosse capitata a un bambino, l’esito poteva essere davvero tragico. Del Nero ha annunciato che presenterà denuncia per le lesioni subite (venerdì in via Felicità sono intervenuti anche i carabinieri). Il suo medico di famiglia gli ha già annunciato che dovrà stare a casa dal lavoro a lungo, e nel frattempo sono in corso esami per valutare eventuali infezioni provocate dai cani. (j.d.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.