Evade dai domiciliari, arrestato

Castellarano, si tratta di un 41enne accusato di avere messo a segno insieme a due complici una rapina in casa l'8 gennaio scorso

CASTALLARANO. Era agli arresti domiciliari perché ritenuto responsabile, insieme a due complici, della rapina avvenuto l'8 gennaio scorso in un'abitazione. Ma quando i carabinieri sono passati a casa sua per un controllo non lo hanno trovato. Così un 41enne ha visto sfumare il beneficio degli arresti domiciliari ed è stato condotto in carcere.

A eseguire dell’ordinanza di custodia cautelare sono stati i carabinieri di Castellarano con la collaborazione dei colleghi di Castelnovo Monti, il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Reggio Emilia che ha aggravato la misura nei confronti del 41enne, alla luce del fatto che lo stesso la notte del 30 novembre scorso, durante un controllo non è stato trovato a casa incorrendo nel reato di evasione.

Secondo quanto hanno avuto modo di ricostruire i carabinieri della compagnia di Castelnovo Monti e della stazione di Castellarano, l'8 gennaio scorso in tre citofonarono di notte a casa di un uomo, di nazionalità marocchina abitante a Castellarano, dicendo di essere i carabinieri.

Quando però questo aprì e se li trovò di fronte, venne brutalmente aggredito da tre individui, che nel contempo misero anche a soqquadro la casa alla ricerca di qualcosa. Le urla d’aiuto, però, vennero sentite dai condomini, che chiamarono il 112. E i carabinieri, quelli veri, riuscirono a bloccare due malviventi.

Il terzo, il 41enne poi evaso dai domiciliari e infine arrestato, comunque identificato, riuscì a dileguarsi venendo identificato nelle settimane successive. La vittima del pestaggio era un cittadino marocchino 31enne che, a seguito dell’aggressione, finì in ospedale e venne dimesso con una prima prognosi di 5 giorni, per le contusioni riportate.

La vittima aveva riferito che i banditi, due dei quali fratelli e italiani, che non aveva mai visto prima, lo accusavano di un furto avvenuto il giorno prima a Sassuolo, nel modenese.