È morto l’imprenditore Enzo Lodi

Fabbrico, aveva 73 anni. La sua azienda in via della Costituzione produce componenti per trattori e dà lavoro a 140 persone

FABBRICO. Lutto nel mondo imprenditoriale e nelle comunità di Fabbrico e Mantova, per la morte di Enzo Lodi, avvenuta, dopo una lunga malattia, il giorno della vigili di Natale. Ieri si è svolta una partecipata funzione religiosa nella chiesa parrocchiale di Fabbrico, alla presenza di numerosi esponenti di punta di Unindustria, ma anche di tantissimi dipendenti e amici. La salma è stata trasferita a Mantova per la cremazione.

Lodi aveva 73 anni e lascia la moglie Ate Ricchi e i figli Simona, Luigi e Andrea e due nipoti. Con i fratelli Elios, Giuseppe e Nino, Enzo aveva preso le redini dell’azienda, fondata dal padre Luigi nel 1958, e che, negli anni, ha continuato a crescere, pur non rinunciando alla conduzione di carattere familiare, diventando leader nella componentistica per trattori. La fabbrica di via della Costituzione è uno stabilimento di 10.200 metri quadri (costruito su di un’area totale di 24.000 mq) all’interno del quale operano 140 dipendenti. Oggi è condotta dai nipoti del fondatore, la terza generazione dei Lodi.

Oltre alla Lodi spa Enzo Lodi era impegnato come presidente in Extrema, altra azienda di famiglia che produce supporti per il superamento delle barriere architettoniche, con sede a Bagnolo San Vito.

Nei periodi di sollievo dalla malattia e dalle intense cure a cui era sottoposto amava frequentare ancora la fabbrica.

«Era una persona che non passava inosservata – ricorda il nipote Claudio Lodi, vicepresidente di Unindustria –. Aveva un grande carisma, era molto comunicativo e questo gli ha consentito di occuparsi con grande efficacia del settore commerciale e delle relazioni con i clienti. Grande era anche la sua generosità. Era un imprenditore di vecchio stampo, forte e determinato».

Oltre al lavoro e alle serate con gli amici Lodi aveva la passione per la caccia, che gli era stata tramandata, l’unico dei quattro figli, dal padre Luigi. La Lodi spa è un’azienda da sempre molto presente sul territorio e diverse sono le donazioni fatte ad associazioni e realtà locali. Dalla famiglia un ringraziamento particolare va agli operatori del reparto di oncologia e del Core che hanno seguito il loro congiunto. (m.f.)