Reggio Emilia, muore a 46 anni Antonella D’Ambrosio: madre e cuoca al bar Cisl

La donna è deceduta improvvisamente. Cuoca al bar Simonazzi, in via Turri, lascia il marito e due figli di 11 e 8 anni. Venerdì i funerali

REGGIO EMILIA. Un dolore senza confini quello per la morte di Antonella D’Ambrosio, 46 anni, deceduta improvvisamente sabato 13 gennaio. La giovane madre, che abitava a San Prospero Strinati, lascia il marito Orlando Berlingeri, installatore, e due figli, maschio e femmina, di 11 e 8 anni.

Antonella era un volto molto conosciuto perché da 7 anni lavorava come cuoca al bar Simonazzi, in via Turri, nella sede dove si trova anche la Cisl. E sono proprio le colleghe di lavoro e gli amici della Cisl a ricordarla.

"Un'amica, oltre che ad una collega - la ricordano con affetto le colleghe di lavoro Monica, Lorena e Rossella - abbiamo lavorato insieme 7 anni, condividendo sempre i momenti positivi e quelli meno. Era giunta appena avevamo iniziato questa attività, rilanciando questo locale, e da allora ha sempre messo a disposizione la sua competenza ma soprattutto la sua persona, ed è proprio questo che ora ci manca moltissimo".

"Ci stringiamo - continuano le ragazze del bar assieme ai sindacalisti della Cisl - alla famiglia, condividendo con loro questo terribile dolore". 

Eseguita l'autospia, è giunto il nulla osta per il funerale che si svolgerà venerdì 19 gennaio, con partenza alle 14 dalla camera mortuaria e celebrazione funebre alle 14,30 nella chiesa di San Prospero Strinati. Le visite in camera mortuaria saranno possibili venerdì 19 dalle ore 10,30 alle ore 14.