Reggio Emilia, prende a pugni la compagna: arrestato

In manette un 30enne nordafricano: deve scontare una pena di un anno e un mese

REGGIO EMILIA. Tre anni fa aveva pestato la compagna, svegliandola in piena notte e colpendola con violenza con pugni al viso e al volto. Ora un 30enne nordafricano è stato tratto in arresto dai carabinieri, in esecuzione a una pena di condanna divenuta definitiva di un anno e un mese di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia. L’episodio di violenza domestica era avvenuto il 7 dicembre 2015, in una palazzina del centro storico. Una donna di 47 anni, italiana, stava dormendo tranquillamente nel letto quando intorno alle 5 era stata svegliata dal compagno, un nordafricano 30enne, che aveva cominciato a colpirla con pugni al volto ed in testa, minacciandola: "Da qua non esci, oggi la facciamo finita". La 47enne riusciva a salvarsi scappando fuori dal condominio, doveva aveva trovato i carabinieri, chiamati dai vicini allarmati per le urla.