Reggio Emilia, una “velostazione” contro i ladri di bici

di Leonardo Grilli

Entro marzo nel parcheggio interrato della stazione verranno installate nuove rastrelliere protette da una guardiania

REGGIO EMILIA. Era stata annunciata dall’amministrazione comunale due anni fa, dicendo che sarebbe stata realizzata una volta affidata la gara della sosta. E ora, dopo che l’appalto è stato vinto dal consorzio Tea fino al 2024, la “velostazione” è praticamente pronta.

Un progetto fortemente voluto dall’assessore alla Mobilità, Mirko Tutino, per cercare di abbattere il fenomeno dei furti di biciclette e garantire un servizio ai pendolari.

Si tratta, in sintesi, di un’area protetta all’interno del parcheggio interrato di piazzale Marconi, che sarà resa accessibile a chiunque si faccia aprire dal custode e nella quale – con una cifra modesta – si potrà parcheggiare la propria bici in sicurezza grazie alla videosorveglianza e alla guardiania garantita durante l’arco di tutta la giornata.

Leggi il resto dell’articolo sulla Gazzetta di Reggio di oggi, lunedì 26 febbraio, per scoprire come funzionerà la velostazione.