Reggio Emilia: addio a Ivan, morto a 39 anni tradito dal cuore

Ivan Soldatelli, titolare della macelleria equina alle Querce, lascia moglie e un figlio. Domani l’addio

REGGIO EMILIA. È morto a 39 anni (li aveva compiuti il 9 febbraio), stroncato da quel cuore fallace contro il quale combatteva da tempo. È scomparso una settimana fa Ivan Soldatelli, titolare insieme al fratello della macelleria equina nella galleria del centro Le Querce.

Originario di Montichiari (Brescia), Ivan si era trasferito a Reggio una decina di anni fa per amore di Raffaella Fratti, che conosceva da 14 anni e che aveva sposato il 26 aprile 2009. Dall’unione è nato un figlio che oggi ha sette anni, Samuele. Cinque anni fa per Ivan si erano manifestati gravi problemi cardiaci, che avevano dato luogo a un calvario di visite, terapie e diversi interventi chirurgici, prima al Santa Maria Nuova e poi al San Raffaele di Milano.

Nell’ospedale milanese Ivan era stato ricoverato per due mesi, l’estate scorsa; dimesso, pareva essersi ripreso e avrebbe dovuto tornare a Milano per un controllo a marzo. Non ha fatto in tempo. Martedì 20 febbraio si è sentito male nella sua abitazione di via Giordano, nel quartiere di Regina Pacis. Aveva qualche linea di febbre: sembrava una semplice influenza, tant’è che era stato chiamato il dottore di famiglia. Invece era un altro arresto cardiaco.

Sono stati momenti drammatici, come racconta la moglie: «Ivan era a letto quando ha avuto una crisi. Io ho iniziato a praticargli il massaggio cardiaco e ho subito chiamato 118, il bimbo l’ho mandato fuori ad aspettare l’ambulanza in strada». Erano le 21: il decesso è stato dichiarato alle 22.12, al pronto soccorso. «Era sempre sorridente e benvoluto da tutti – afferma la moglie –. Avevamo tanti progetti insieme, in primis quello di un altro figlio».

Ivan lascia tre fratelli e una sorella (Ildebrando, Elena, Andrea e Tom), i genitori Giovanni e Maria e le nipoti. Il funerale è slittato a causa di un accertamento diagnostico. Oggi sarà aperta la camera ardente all’arcispedale. Domani il funerale con partenza alle 14 dal Santa Maria per la chiesa di Regina Pacis e il cimitero monumentale.

Ambra Prati