Novellara, muore in mezzo alla neve mentre dà da mangiare alle galline

I militari si sono messi subito alla ricerca dell’anziano. Solo dopo quasi un’ora il corpo di Renzo Savazza è stato trovato nel campo

NOVELLARA . Un malore, probabilmente un infarto, ha stroncato un uomo di 70 anni che viveva in frazione San Giovanni della Fossa a Novellara.

Renzo Savazza, capostipite di una delle famiglie più note nella frazione, ieri pomeriggio era uscito dalla sua abitazione per recarsi nel campo di un vicino per dare da mangiare ai polli che l’uomo allevava. Ha percorso le poche decine di metri che separano casa sua dal pollaio, poco prima di arivare a destinazione si è sentito male e si è accasciato al suolo.

La morte è arrivata dopo pochi minuti. A nulla sono valsi i prolungati tentativi di rianimarlo compiuti dal medico e dall’equipe di volontari della Croce Rossa di Novellara, giunti sul posto. Per Renzo Savazza non c’è stato nulla da fare.

L’allarme è stato dato dal figlio, al rientro a casa, intorno alle 18. L’uomo non ha trovato il padre in casa come, invece, solitamente accadeva e ha subito capito che qualcosa di terribile era accaduto. La prima telefonata è stata al 118, la seconda ai carabinieri.

I militari si sono messi subito alla ricerca dell’anziano, pensando probabilmente che potesse essersi allontanato da casa chissà per quale ragione. Hanno perlustrato la zona metro per metro, chiamando l’anziano ma nessuna risposta hanno ricevuto.

Solo dopo quasi un’ora il corpo di Renzo Savazza è stato trovato, nel campo, in mezzo alla neve. Non subito si è capito che l’anziano era stato colto da un malore fulminante, anche per questo gli accertamenti degli investigatori sono proseguiti fino oltre le 20,30. Poi la situazione, nella sua drammaticità, è diventata chiara.