L’azzurra reggiana Fiorini sbanca Sassuolo

L’ex consigliera di circoscrizione eletta alla Camera con il centrodestra: «Un’altra politica è possibile»

REGGIO EMILIA. «Un risultato storico, storico, storico. Non si è mai vinto così in Emilia Romagna. Una terra da sempre rossa si colora d’azzurro. Abbiamo dimostrato che un’altra politica è possibile». La reggiana Benedetta Fiorini, ex consigliere di circoscrizione in città, è stata eletta alla Camera nel collegio di Sassuolo. Sostenuta dalla coalizione di centrodestra, ha ottenuto il 34,60% dei voti, superando Michele Dell'Orco (M5S, 30,21%) e Claudio De Vincenti (centrosinistra, 28,88%).

Benedetta Fiorini, laurea in Scienze delle Comunicazioni a Reggio, master in comunicazione d’impresa, ha lavorato a Max Mara, Fineco Bank e attualmente è a Unicredit. Dal 2012 al 2014 ha svolto l’incarico di addetta stampa del Gabinetto del ministro degli Interni durante il governo Monti e poi di vice portavoce del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri durante il governo Letta. Nel 2014 si è occupata di relazioni istituzionali al Csm.

Sposata e madre di un bimbo piccolo, ha militato nel Pdl reggiano e poi il centrodestra l’ha scelta come candidata a Sassuolo. «Ho fatto una campagna elettorale in mezzo alla gente, ascoltando le problematiche dei cittadini. I nostri temi sono stati quelli della sicurezza, una priorità da risolvere, e le tasse, che dobbiamo abbassare per far ripartire l’Italia e l’economia».

Sugli scenari futuri Benedetta Fiorini non si sbilancia. «Oggi mi godo la mia vittoria e quella del centrodestra. E’ un risultato e una vittoria davvero importante che dedico a tutta la mia famiglia e a tutte le persone che hanno creduto in me. Ringrazio il presidente Berlusconi e tutte le forze della coalizione che hanno appoggiato la mia candidatura correndo unite per vincere e finalmente cambiare la storia politica del nostro territorio. È un grazie sincero e sentito perché senza la collaborazione e il sostegno di tutti questo risultato non sarebbe arrivato. Abbiamo messo al centro il territorio e la nostra gente, dimostrando che un’altra politica, che mette gli interessi della comunità davanti a quella del partito, è possibile. Da oggi, si apre una stagione in cui lavoreremo per dare un futuro migliore ai nostri cittadini, stanchi di essere presi in giro dalla sinistra. Tengo a confermare quanto ho detto in campagna elettorale: rimarrò il punto di riferimento del collegio che mi ha dato la sua fiducia, rimanendo presente sul territorio anche e soprattutto in futuro.La debacle del Pd e della sinistra non solo in questo collegio ma in tutta la regione evidenzia con chiarezza che c’è voglia di cambiamento e novità».

I complimenti alla deputata sono arrivati anche dal coordinatore provinciale reggiano di Forza Italia Gianluca Nicolini: «Benedetta ha lavorato molto bene. Si sapeva che Sassuolo era un collegio contendibile. Benedetta ha saputo farsi apprezzare e siamo tutti molto soddisfatti per il suo risultato».