Trofeo Tim, a Reggio Emilia alza la coppa il Milan

I rossoneri battono 2-1 l'Inter, che poi cede anche al Sassuolo (1-0). Nella sfida decisiva i neroverdi sognano l'impresa ma il Milan pareggia nel finale con Nocerino, che poi realizza anche il rigore decisivo.

REGGIO EMILIA. Per il secondo anno consecutivo è il Milan a vincere il Trofeo Tim. La squadra rossonera si aggiudica il derby con l’Inter, gara di apertura dell’edizione 2015 del Trofeo Tim, tradizionale triangolare di metà agosto che per il terzo anno si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Dopo il ko dei nerazzurri anche contro il Sassuolo, il Milan riesce a spuntarla ai rigori contro la squadra di Di Francesco e ad aggiudicarsi il trofeo. 

Milan-Inter 2-1. I rossoneri di Mihajlovic, già vittoriosi sui cugini nella stracittadina disputata in Cina il 25 luglio scorso (1-0, gol di Mexes), si impongono 2-1: a segno i nuovi volti della stagione Bertolacci e Bacca, protagonista con una brillante prestazione. Ai nerazzurri di Mancini, apparsi sottotono, non basta la rete di Brozovic.

Mihajlovic si affida in avanti al duo Bacca-Luiz Adriano, supportato sulla trequarti da Honda. Il neo rossonero Romagnoli parte dalla panchina ma, dopo essere entrato in campo, al 45' salva su Brozovic il gol del pareggio.

Davanti a circa diecimila spettatori, richiamati in particolare dalla presenza di Inter e Milan, il primo incontro del torneo è stato a tratti entusiasmante.

Al 4', Bertolacci porta il Milan in vantaggio con i rossoneri che dominano almeno nella prima parte. Il raddoppio arriva al 22' con Bacca. L'Inter si sveglia in ritardo e al 31' dimezza lo svantaggio con Brozovic.

La partita è intensa e si accende tanto che Alex si fa espellere per un fallo su Icardi lanciato a rete grazie a un clamoroso errore di Bonaventura. Molto bene Bacca, ma è Romagnoli a distinguersi sul finale: è suo un salvataggio sulla linea che nega la doppietta a Brozovic e il pareggio all'Inter.

Gol fantasma, ecco come funziona la nuova tecnologia

Inter ko anche contro il Sassuolo. Dopo la sconfitta contro il Milan, i nerazzurri di Mancini sono stati battuti anche dal Sassuolo. Ritmi lenti in avvio e nerazzurri sembrano incapaci di cambiare passo rispetto al primo match: al 6’ è ancora Brozovic, già protagonista contro il Milan, a provare una conclusione pericolosa da fuori, imitato dall’altra parte, poco dopo il quarto d’ora, da Gazzola.

Più interessante lo spunto di Politano al 20’, col sinistro a giro smorzato in angolo, ancora più interessante la ripartenza al 24’, con Defrel che scatta sul filo del fuorigioco e batte Carrizo per il gol che decide il match. La partita, in pratica, finisce qui: l’Inter 2 schierata da Mancini non riesce a scuotersi e il Sassuolo controlla con personalità e senza correre rischi.

Inter e Milan a Reggio Emilia, bagno di folla alla Mediopadana

Milan-Sassuolo 5-4 (dopo i calci di rigore). Nella terza partita, il Milan batte il Sassuolo solo ai calci di rigore, ma è quanto gli basta per aggiudicarsi il Trofeo Tim. L'ora di stop non fa bene ai rossoneri che, nonostante i molti cambi, appaiono molto meno motivati rispetto a quanto visto nel mini-derby. E' il Sassuolo a passare in vantaggio e a sognare, fino all'ultimo, di aggiudicarsi il trofeo dopo il successo del 2015. In pieno recupero, però, la doccia fredda, con il gol di Nocerino che manda tutti ai rigori. Alla fine la spunta il Milan, con il rigore finale dello stesso Nocerino.