I tifosi in coro: «Dateci il derby Reggiana-Parma»

di Jacopo Della Porta

Mobilitazione nelle due province. Si schiera anche Apolloni, ex granata e mister dei crociati

REGGIO EMILIA. «Se non si gioca il derby Reggiana-Parma il prossimo anno non faccio l’abbonamento». Parole pesanti, soprattutto se a pronunciarle è Paolo Medici, storico tifoso granata, sempre presente allo stadio, in casa come in trasferta, e da quando è in pensione puntualmente a bordo campo in via Agosti.

La notizia che l’atteso derby dell’Enza per motivi di ordine pubblico difficilmente ci sarà la prossima stagione, o comunque se le squadre fossero nello stesso girone si rischiano partite senza tifosi ospiti, è rimbalzata rapidamente nelle due province, infiammando il dibattito nei bar come sui social network.

Ieri la trasmissione di Radio Parma “Palla in tribuna” di Giuseppe Milano è stata dedicata a questo argomento, con un mare di messaggi arrivati dai tifosi crociati che reclamano a gran voce la sfida con i cugini. Ovviamente in molti hanno usato toni ironici, come il supporter parmigiano che si è chiesto se «a Reggio iniziano già ad avere paura». Un altro ascoltatore si è spinto oltre: «Siamo retrocessi apposta per incontrarli e ce lo impediscono?».

A inizio trasmissione è stato fatto ascoltare il coro più popolare dei tifosi del Parma che fa proprio riferimento alla sfida con i rivali reggiani. Anche a Parma però le autorità hanno espresso, informalmente, delle riserve sull’eventualità che il derby possa essere giocato e questo mette a rischio le aspettative del pubblico. I gironi e i calendari saranno noti ad agosto, ma già adesso si registrano pressioni per mettefe le due rivali in gironi diversi.

Anche l’allenatore del Parma Luigi Apolloni, giocatore della Reggiana nella stagione 1986/87, e allenatore granata per alcuni mesi nel 2012/13 non ha dubbi. «Spero che questo divieto non ci sia. Tra le due città c’è molta competizione e campanilismo, ma credo che in caso di derby ci sia solo tifo e tutto finisca in campo. Ho giocato i derby come difensore sia della Reggiana che del Parma e ogni volta le gradinate erano piene. Queste partite sono sempre state vissute in modo molto acceso e sentito ma c’è sempre stata correttezza».

Reggiana-Parma evoca ricordi soprattutto nei tifosi storici, dato che non si gioca più da 20 anni: i più giovani ne hanno sentito soltanto parlare e smaniano dalla voglia di colmare questa lacuna. Ma se l’atteso derby non ci sarà il prossimo anno il tifoso del Parma Alessandro Braga ha un’idea che metterà tutti d’accordo. «Se i poteri forti ci vorranno proibire il derby in Lega Pro mettendoci in gironi diversi, beh, sapete come potremmo fregarli? Arrivando primi nei rispettivi gironi! Poi voglio vedere che scuse trovano per dividerci, l’anno prossimo in B». (j.d.p.)