ciclismo / esordienti 

Ottima stagione per la Ciclistica Cavriago

CAVRIAGO. Si è conclusa con ottimi risultati la stagione ciclistica 2017 della squadra esordienti della Ciclistica Cavriago, formazione diretta da Marco ed Erik Guidetti. La squadra, che è composta...

CAVRIAGO. Si è conclusa con ottimi risultati la stagione ciclistica 2017 della squadra esordienti della Ciclistica Cavriago, formazione diretta da Marco ed Erik Guidetti.

La squadra, che è composta dai ciclisti primo anno Giuseppe Bigliardi, Marco Musi, Samuele Grasselli, Giacomo Tagliavini, Francesco Francia e Fabio Gollì oltre ai secondo anno Jacopo Ferrigno e Mario Pizzarelli ha ottenuto ottimi risultati non solo in campo provinciale, ma soprattutto a livello regionale e nazionale.

La società cavriaghese durante tutta la stagione ha svolto tanta attività su strada suddivisa tra Lombardia, Veneto e Friuli, oltre all’intensa attività sia in pista sia a cronometro.

Tra le tante belle affermazioni spiccano le tre piazze d’onore ottenute da Giacomo Tagliavini al campionato regionale strada, nella classifica finale del Piccolo Tour Reggiano e per finire nel Challange Pista Emilia-Romagna, gara unica di 1/2 anno, miglior primo anno della classifica generale.

La Ciclistica Cavriago ha ottenuto in totale nove vittorie e l’atleta che ha collezionato il maggior numero di primi posti e stato proprio Giacomo Tagliavini con 7 successi, tra i quali può annoverare il titolo provinciale, mentre i compagni di squadra Grasselli e Musi hanno ottenuto una vittoria ciascuno.

Sono stati tanti poi i piazzamenti ottenuti anche dagli altri ragazzi del team cavriaghese, che nel corso di questa stagione può contare anche 10 secondi posti, 6 terzi posti, 8 quarti posti e 8 quinti posti, oltre ad altri 21 positivi piazzamenti dal 6° al 10° posto.

Tra i risultati a livello nazionale di maggior spessore, i due piazzamenti ai piedi del podio conquistati da Tagliavini nelle cronometro di Valmadrera (Lecco) e San Pellegrino Terme (Bergano) valide come Challange del Bracciale lombardo, gare in cui il ciclista cavriaghese non è riuscito a salire sul podio per pochi centesimi di secondo.

Tutta l’attività della Ciclistica Cavriago si fonda esclusivamente sulla passione e sul volontariato di diverse persone che sono presenti al proprio interno, oltre ad avere il sostegno di importanti aziende. (a.s.)